martedì 22 settembre 2015

olio di semi di canapa: proprietà cosmetiche e terapeutiche

L’olio di semi di canapa è stato scoperto da poco dalla cosmetica. È impiegato come principio attivo dei cosmetici antietà e utilizzato spesso per le pratiche ayurvediche. La qualità più importante di quest'olio è senza dubbio la presenza di acidi grassi essenziali polinsaturi Omega 6 -Omega 3 nella proporzione migliore per l'essere umano: nessun altro alimento in natura è infatti in grado di garantire una proporzione 3:1, rapporto raccomandato dalle ricerche mediche e dalle più avanzate teorie in ambito di nutrizione.

Da dove provengono questi oli? 
Poichè in Italia la destinazione finale della canapa non può essere quella alimentare, si tratta sempre di prodotti di importazione da coltivazioni biologiche certificate. I semi di cannabis sativa vengono spremuti a freddo e l'olio è puro, non filtrato, per mantenere integre tutte le proprietà benefiche della pianta.

Potente antiossidante...
Nell'olio di canapa sono presenti quantità significative di Vitamina E, antiossidante naturale; fitosteroli e cannabinoidi (specialmente CBD, Cannabidiolo) che secondo le più recenti acquisizioni medico-scientifiche hanno un'importante funzione di modulazione per quanto riguarda il sistema immunitario e le funzioni cognitive.
L'olio di canapa è anche ricco di fibre, sali minerali, oligoelementi preziosi (calcio, potassio e magnesio) e carboidrati, tutti elementi che lo rendono ancor più un integratore completo e dal notevole profilo energetico.


...Per uso terapeutico 
Le indicazioni terapeutiche sono tante e appoggiate da una fitta documentazione medica, ed è incredibile constatare quanto poco se ne parli: colesterolo, malattie cardiovascolari, psoriasi, eczema, artrite reumatoide, osteoporosi, menopausa, sindrome premestruale, diabete, depressione, deficit della memoria e dell'apprendimento, patologie dell'apparato respiratorio e malattie degenerative.


E in cucina 
Si usa come un normale olio, per condire insalate, sughi, cereali, zuppe, avendo cura di consumarlo a freddo, per conservarne intatti i principi nutritivi e le virtù terapeutiche.

L'olio di semi di canapa contiene una percentuale infinitesimale di THC (meno di una parte su un milione), il principio responsabile dell'effetto psicoattivo della marjiuana. Il che significa che per avere un effetto tossico da questo alimento (analogo a quello che si ottiene con un solo spinello), occorrerebbe berne una quantità intorno ai dieci litri al giorno...

Nessun commento :

Posta un commento